PILLOLE FISCALI.png

Consulta l'archivio con tutti gli articoli

Seguici anche qui:

fb.png
yb.png
Lk.png
telegram.png

Bonus vacanze: detrazione nel modello 730/2022

Grazie al Decreto Ristori-bis approvato a maggio scorso, tutti coloro che non hanno potuto utilizzare il Bonus vacanze nel 2020, hanno potuto usufruire della proroga nel 2021 con il Decreto Milleproroghe e avvalersi così della detrazione spettante nel Mod.730/2022 redditi 2021.

Se si è utilizzato il bonus vacanze tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021 nella dichiarazione dei redditi ci sarà la detrazione del 20% spettante, basterà verificare che i dati inseriti dall’Agenzia delle Entrate siano corretti per ottenere il beneficio oppure per restituire il bonus indebitamente fruito.



Nella dichiarazione dei redditi si può beneficiare della detrazione del 20% del Bonus vacanze nel limite massimo di € 100.00, vale a dire il 20% di € 500.00, che rappresenta l’importo massimo del bonus.


Nel caso di incapienza di imposta la detrazione non fruita non potrà essere riportata negli anni successivi e non potrà essere richiesta a rimborso.

Il contribuente incapiente beneficia solo dello sconto riconosciuto direttamente dal fornitore del servizio turistico perdendo il 20% di detrazione.


Per beneficiare della detrazione è necessario consegnare al Caf la documentazione relativa alla spesa sostenuta presso la struttura turistica:


  • La fattura;

  • Il documento commerciale;

  • Lo scontrino o la ricevuta.


Il soggetto che può usufruire della detrazione è l’intestatario del documento di spesa che può avere lo sconto e beneficiare della detrazione in sede di dichiarazione dei redditi.

Per i pagamenti effettuati entro il 31 dicembre 2020, la detrazione è stata fruita nel Mod. 730/2021, Redditi 2020, invece se il bonus è stato utilizzato entro il 31 dicembre 2021, si beneficerà della detrazione nel Mod. 730/2022, Redditi 2021


Il modello 730/2022 può essere utilizzato anche per la restituzione del bonus vacanze non spettante, questa casistica è stata messa in luce da un contribuente che aveva beneficiato indebitamente dell’agevolazione per un errore nel calcolo del modello ISEE.

In questa casistica, la restituzione del bonus fruito per sbaglio avverrà, senza calcolo di sanzioni e interessi, tramite la presentazione della dichiarazione dei redditi, 730 e/o Redditi- PF.

Prendi appuntamento con una delle nostre Sedi CAF ANMIL in tutta Italia per il Modello 730/2021 e ottenere le detrazioni previste!

#decretoristori #bonusvacanza #decretomilleproroghe #modello730 #redditi2021 #fattura #scontrinofiscale #documentocommerciale #detrazione #agevolazioni #pagamentitracciati #rimborso #agenziadelleentrate #cassettofiscale #dichiarazionedeiredditi #cafanmil


©Riproduzione riservata