top of page
PILLOLE FISCALI.png

Consulta l'archivio con tutti gli articoli

Seguici anche qui:

fb.png
yb.png
Lk.png
telegram.png

Bonus acqua potabile 2024

Fino al 28 febbraio 2024 è possibile fare richiesta del Bonus acqua potabile per le spese sostenute per acquistare e installare sistemi di filtraggio, mineralizzazione e raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare, con lo scopo ultimo di migliorare la qualità delle acque destinate al consumo umano.


bicchiere d'acqua su un tavolo

Il bonus acqua potabile è stato prorogato anche relativamente alle spese sostenute nel corso del 2023 per l’acquisto e l’installazione di sistemi in grado di apportare un miglioramento nella qualità delle acque potabili provenienti dagli acquedotti.


L’agevolazione consiste in un credito d’imposta del 50% su un importo massimo di spesa così stabilito:


  • 1.000 euro per ciascun immobile, per le persone fisiche

  • 5.000 euro per ogni immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali;


tutti gli interventi vanno comunicati telematicamente all’Enea e pagati con mezzi tracciabili, non contanti.


Le spese sostenute devono essere documentate attraverso fattura elettronica o documento commerciale rilasciati dall’impresa e intestati al soggetto che richiede il Bonus acqua potabile; inoltre, si deve procedere all’invio telematico delle stesse attraverso il portale dell’Agenzia delle Entrate, dal 1° febbraio al 28 febbraio 2024.


Il bonus acqua potabile può essere beneficiabile anche sotto forma di compensazione tramite F24 oppure, per le persone fisiche non esercenti attività di d’impresa o lavoro autonomo, anche nella dichiarazione dei redditi di fine anno.



Clicca qui per scaricare il modello e leggere le istruzioni fornite dal sito dell'Agenzia delle entrate.




©Riproduzione riservata


Commenti


bottom of page