PILLOLE FISCALI.png

Consulta l'archivio con tutti gli articoli

Seguici anche qui:

fb.png
yb.png
Lk.png
telegram.png

Locazioni e affitti: il modello RLI

Il modello RLI (Registrazione Locazioni Immobili) è utilizzato per richiedere all’Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione e affitto di immobili.

Con l’RLI si comunicano anche eventuali proroghe, cessioni, risoluzioni o subentri e può essere impiegato per richiedere o revocare l’opzione della cedolare secca, per comunicare i dati catastali dell’immobile oggetto della locazione o dell’affitto.


Il modello RLI va presentato in via telematica all’Agenzia delle Entrate da colui che sottoscrive la richiesta oppure da un intermediario abilitato, come una delle nostre sedi CAF ANMIL in tutta Italia. Il servizio telematico restituirà immediatamente un messaggio di conferma dell’avvenuta trasmissione del file e la conferma dell’avvenuta registrazione del contratto di locazione.


Con l’RLI è possibile anche comunicare la rinegoziazione del contratto (leggi l'articolo completo), in caso di aumento e soprattutto di diminuzione del canone. Molti locatori infatti hanno concesso di ridurre il canone di locazione per agevolare le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus.


Solo nei casi di “locazione breve”, cioè di locazione di un immobile ad uso abitativo per un periodo non superiore a 30 giorni, non è obbligatorio registrare il contratto e quindi trasmettere il modello RLI.


Rivolgiti al CAF ANMIL per consulenza e per la registrazione di un contratto di locazione!

#canonedilocazione #modelloRLI #agenziadelleentrate #registrazionecontratti #affittodicasa #affittarecasa #locazionibrevi #vacanze #coronavirus #contrattidilocazione #catasto #assistenzafiscale #locazione #affitto #cafanmil


©Riproduzione riservata