top of page
PILLOLE FISCALI.png

Consulta l'archivio con tutti gli articoli

Seguici anche qui:

fb.png
yb.png
Lk.png
telegram.png

IMU 2023: termini per il pagamento e novità

Sono riconfermati anche per il 2023 i termini per il pagamento delle rate dell’IMU: la prima rata, in acconto, andrà corrisposta entro il 16 giugno 2023 e il saldo entro il 16 dicembre 2023.


L’IMU è l’Imposta Municipale Unica di natura patrimoniale dovuta da coloro che risiedono in Italia o all’estero e che sono in possesso di fabbricati, terreni e/o aree edificabili nello Stato italiano.


Tra gli immobili esentati dal versamento dell’IMU ci sono:

  • unità immobiliari delle cooperative edilizie utilizzate dai soci come abitazione principale;

  • alloggi sociali;

  • abitazione coniugale assegnata a uno dei coniugi a seguito di separazione legale, divorzio o scioglimento del matrimonio;

  • unico immobile in possesso del personale delle Forze armate, di polizia o dei vigili del fuoco non concesso in locazione, per il quale non è richiesta la condizione di dimora abituale e residenza anagrafica;

  • unico immobile posseduto da cittadini italiani residenti all’estero ed iscritti all’AIRE, pensionati nei Paesi di residenza, a patto che non risulti locato o in comodato d’uso.

Si ricorda che i proprietari di immobili occupati sono esentati dal pagamento della tassa previa presentazione di denuncia alle autorità. Per gli altri casi esenti, leggi la nostra pagina dedicata.


Per il pagamento dell’IMU puoi rivolgerti a un nostro CAF ANMIL in tutta Italia e richiedere il calcolo della tassa e l’elaborazione del Modello F24 con l’importo da versare. Si può scegliere di versare l’IMU in un’unica tranche, entro il 16 giugno 2023, oppure in due rate con scadenza il 16 giugno, per l'acconto, e il 16 dicembre per il saldo.




©Riproduzione riservata

コメント


bottom of page