PILLOLE FISCALI.png

Consulta l'archivio con tutti gli articoli

Seguici anche qui:

fb.png
yb.png
Lk.png
telegram.png

Cedolare Secca - cos'è e quando conviene?

La cedolare secca è un’imposta sostitutiva dell’IRPEF sui redditi da locazione abitativa. Si tratta essenzialmente di un regime fiscale agevolato molto conveniente per alcune categorie di contribuenti. L’assoggettamento alla cedolare secca dei redditi da locazione è opzionale ed è il contribuente a decidere quale regime fiscale applicare. Qualora il contribuente volesse optare per la cedolare secca, può farlo in sede di registrazione del contratto oppure comunicandolo successivamente all’amministrazione finanziaria utilizzando il Modello RLI (scopri di più sulle modalità di registrazione).

Per i contratti della durata inferiore ai trenta giorni l’opzione della cedolare secca va esercitata direttamente in dichiarazione dei redditi.

A differenza dell’IRPEF la cedolare secca non è un’imposta progressiva, ma una vera e propria flat tax. L’aliquota ordinaria è del 21% sul reddito da locazione per i contratti a canone libero e del 10% per quanto riguarda i contatti a canone convenzionale stipulati in uno dei comuni ad alta intensità abitativa oppure in un comune per cui sia stato dichiarato lo stato di emergenza per eventi calamitosi nei cinque anni precedenti l’entrata in vigore della legge (28 maggio 2014).


Come per l’IRPEF la cedolare secca va versata in saldo e in acconto per l’anno d’imposta successivo se l’imposta da versare supera i 51,65 euro. In acconto va versato il 100% del saldo:

  • In un’unica soluzione se il saldo è inferiore a 257,52 euro;

  • In due soluzioni se il saldo è uguale o superiore a 257,52 euro: la prima rata del 40% e la seconda del 60%.

Le scadenze di versamento della cedolare secca seguono le date dei versamenti IRPEF, il primo acconto entro il 30 giugno e il secondo acconto entro il 30 novembre.


Per alcune categorie di contribuenti il regime di cedolare secca non è conveniente. Ad esempio, al contribuente con elevate detrazioni e/o deduzioni che non possiede redditi a tassazione ordinaria (oppure che li possiede ma non ha capienza d’imposta) potrebbe non convenire la cedolare secca. Questo in quanto le detrazioni e le deduzioni vanno ad incidere sul solo reddito a tassazione ordinaria e non anche su quello da cedolare secca.


Rivolgiti al CAF ANMIL per una consulenza e per la registrazione di un contratto di locazione!

#cedolaresecca #cafanmil #cedolare #locazione #RLI #registrazionecontratto #acconto #saldo #locazionibrevi #tassazioneordinaria #canoneconvenzionale #canonelibero #immobili #vacanze #affitto


©Riproduzione riservata