Consulta l'archivio con tutti gli articoli

Seguici anche qui:

fb.png
yb.png
Lk.png
telegram.png

ADER:Agenzia delle Entrate-Riscossione,cartelle esattoriali,cosa sono e come chiedere la sospensione

Le cartelle di pagamento o meglio conosciute come cartelle esattoriali sono l'atto che l'Agenzia delle Entrate - Riscossione invia ai contribuenti per recuperare i crediti dovuti agli enti creditori come l’Agenzia delle Entrate, l’Inps i Comuni, ecc.


All’interno del documento della cartella di pagamento vi è la descrizione dell’importo dovuto e l’invito a provvedere al pagamento entro 60 giorni dalla notifica, le istruzioni sulle modalità di pagamento (dove e come), le istruzioni per richiedere la rateizzazione, le istruzioni per disporre un ricorso, infine viene indicato il nominativo del responsabile del


procedimento di iscrizione al ruolo e di quello di emissione e di notifica della cartella.


Il ruolo è un elenco formato dall’ente impositore, ai fini della riscossione, che contiene i nominativi dei debitori e le somme dovute che a seguito dei controlli vengono iscritte a ruolo.


Il ruolo viene trasmesso all’ Agenzia delle Entrate - Riscossione che provvede alla:

  • predisposizione e notifica delle cartelle

  • riscossione delle somme e relativo riversamento alle casse dello Stato e degli altri enti impositori

  • avvio dell’esecuzione forzata in caso di mancato pagamento.


Sospensione cartelle esattoriali

È possibile richiedere una sospensione all’Agenzia delle Entrate - Riscossione che chiederà all’ente creditore una verifica sulle somme dovute.


Le casistiche in cui è possibile procedere con la sospensione sono:


1. pagamento effettuato prima della formazione del ruolo;

2. provvedimento di sgravio emesso dall’ente creditore;

3. prescrizione o decadenza intervenute prima della data in cui il ruolo è stato reso esecutivo;

4. sospensione amministrativa (dell’ente creditore) o giudiziale;

5. sentenza che abbia annullato in tutto o in parte la pretesa dell’ente creditore, emessa in un giudizio al quale l'Agenzia delle entrate-Riscossione non ha preso parte.


L’istanza può essere presentata online tramite il servizio “sospensione” o compilando il modulo SL1 e consegnandolo presso uno sportello dell’Agenzia di Riscossione.


La domanda non è ripetibile e va presentata, a pena di decadenza, entro 60 giorni da quando l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, ricordiamo che fino al 30 giugno 2017 era fatto da Equitalia, ha notificato la cartella o altri atti di riscossione.


Per maggiori informazioni, puoi rivolgerti ad una delle nostre Sedi CAF ANMIL in tutta Italia!

#cartelleesattoriali #cartelledipagamento #inps #comuni #riscossione #pagamento #sospensionicartelle #ader #agenziadelleentrate #iscrizionealruolo #notifichecartelle #equitalia #prescrizione #provvedimento #cafanmil


©Riproduzione riservata