IL BONUS LUCE (Elettrico)

Il Bonus Elettrico è l’agevolazione che riduce la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica. Introdotto dal Governo con D.M. 28/12/2007, il Bonus è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali.

Possono accedere al Bonus Elettrico, secondo quanto stabilito dal Decreto Interministeriale 28 Dicembre 2007, tutti i Cittadini clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW, in condizioni di:

  • disagio economico, con un valore ISEE uguale o inferiore ad euro 8.107,50 o per le famiglie con almeno 4 figli a carico con un valore ISEE di euro 20.000,00;
  • e/o disagio fisico, con uno dei componenti il nucleo familiare in gravi condizioni di salute tali da richiedere l’utilizzo delle apparecchiature elettromedicali necessarie per la loro esistenza in vita.

Riguardo il disagio fisico, per avere accesso al Bonus Elettrico, i Cittadini clienti domestici disagiati devono essere in possesso di un certificato ASL che attesti:

  • la necessità di utilizzare tali apparecchiature;
  • il tipo di apparecchiatura utilizzata;
  • l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata;
  • la data a partire dalla quale il Cittadino utilizza l’apparecchiatura.

I Bonus per disagio economico e disagio fisico sono cumulabili, qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

IL BONUS GAS

Bonus Acqua Gas Energia

Il Bonus Gas è una riduzione sulle bollette del gas riservata alle famiglie a basso reddito e numerose. Il Bonus è stato introdotto dal Governo e reso operativo dalla delibera ARG/gas 88-09 dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Hanno diritto a usufruire dell’agevolazione quei clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale se in presenza di un indicatore ISEE:

  • non superiore ad euro 8.107,50;
  • non superiore ad euro 20.000,00 per le famiglie con almeno 4 figli a carico.

Il Bonus Gas è determinato ogni anno dall’Autorità per consentire un risparmio del 15% circa sulla spesa media annua presunta per la fornitura di gas naturale (al netto delle imposte).

Il Bonus è valido per 12 mesi dalla data di presentazione della domanda. Il rinnovo delle domanda deve essere presentato entro due mesi dalla scadenza.

IL BONUS ACQUA (Idrico)

Il Bonus Idrico è stato introdotto dal 1 luglio 2018, con il D.P.C.M. 13 ottobre 2016, al fine di ridurre la spesa per il servizio di acquedotto di famiglie in condizione di disagio economico e sociale se in presenza di un indicatore ISEE:

  • non superiore ad euro 8.107,50;
  • non superiore ad euro 20.000,00 per le famiglie con almeno 4 figli a carico.

E’ possibile presentare la richiesta per la riduzione idrica presso il Comune di residenza ovvero presso il CAF che abbia ricevuto delega dall’Ente Locale (il CAF, analogamente al bonus energia e gas, può svolgere tale servizio solo se convenzionato col Comune di residenza del richiedente), anche congiuntamente alle richieste per ottenere il bonus elettrico e/o il bonus gas.

Il bonus è riconosciuto per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data di inizio agevolazione riportata nella comunicazione di ammissione e in bolletta.

Per la presentazione della domanda Bonus Luce, Gas e Acqua è necessaria la relativa bolletta dalla quale è possibile reperire il codice fornitura ed il gestore che eroga il servizio.

Bonus Luce – Gas – Idrico
Torna su
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: